Filippine

I miei consigli verificati per un viaggio super nelle Filippine!
Ho visitato personalmente tutti i luoghi citati in questa guida e assaggiato
personalmente tutti i cibi di cui parlo. Naturalmente, come ad ogni esploratore che si rispetti,
non è mancato qualche piccolo incidente di percorso.
fai buon uso delle mie esperienze e… Buon viaggio!

Filippine, le top 3

le 3 cose da non perdersi per nulla al mondo!
el nido

El Nido

accoglienza

L'accoglienza e l'ospitalità

cibo

L'Adobo e tutta la cucina filippina

Filippine, le flop 3

le 3 cose di cui potevamo fare a meno!
traffico

Il traffico

acqua

Insetti e acqua non potabile

mezzi

Mezzi di trasporto e trasferimenti

Filippine, il podcast

con la mia voce ti porto in india con me!
Ascolta i miei racconti di viaggio, con registrazioni fatte sul campo
e considerazioni a mente fredda, registrate dalla scrivania del mio ufficio.

Ascoltalo su Spreaker, Spotify o Apple Podcast

Cosa fare nelle Filippine?

Proposte di itinerari
dai 3 ai 15 giorni
cosa fare filippine
La prima cosa da fare una volta atterrati all’aeroporto di Manila è… spostare il volo di ritorno! Natura spiagge, mare cristallino, barriera corallina e foreste pluviali, unite a un’ospitalità sorprendete e a proposte gastronomiche da leccarsi i baffi! Perché stare solo 3 giorni in un vero e proprio paradiso terrestre? Le Filippine è un arcipelago di oltre 7000 isole. In cos† poco tempo dovrai per forza di cose dedicarti quasi esclusivamente a Manila. Di sicuro ti innamorerai di questo Paese! Piccola curiosità: sai che il primo europeo ad arrivare nelle Filippine è stato un italiano? Ferdinando Magellano, ‘esploratore, fu ucciso pochi mesi dopo il suo arrivo, nel 1521.
Con 4 giorni in più a disposizione, puoi dedicare del tempo alla visita di Lima. Visita il Centro Storico, con la splendida Plaza Ma¤or e perditi per le strade dei quartieri Miraflores e Barranco, senza dimenticare di assaggiare la cucina peruviana, acclamanta a mani basse tra le migliori del mondo. Se ami la natura, non puoi perderti una visita al paese di Paracas e alle Isole Ballestas, che sono uno degli ecosistemi più ricchi e variegati dell’intero pianeta.
Col oltre 36.000 km di costa ‘il quarto Paese al mondo’, non avrai problemi a trovare la spiaggia che fa per te. Rela”, immersioni, snorkeling sport acquatici, ma anche trekking, passeggiate, escursioni e avvistamenti naturalistici. Le Filippine sono questo e molto di più! Con 15 giorni a disposizione, conviene concentrarsi nelle regioni di Luzon , Mindanao e Palawan. Proprio in quest’ultima regione si trova El Nido che, a detta di molti, è la spiaggia più bella di tutto il Sud Est Asiatico: barriere coralline, lagune, caverne, rocce a strapiombo e colori incredibii rendono questo luogo uno dei posti pù belli del mondo. Da qui si può raggiungere facilmente, in traghetto, Coron, per una giornata al mare in uno scenario naturalistico da cartolina e eper godersi qualche birra in uno dei tanti pub. Unici al mondo sono anche i terrazzamenti di Banaue, dichiarati patrimonio dell’Unesco nel 1995. Scavati dagli indigeni circa 2.’000 anni fa, consentono la coltivazione su pendii impervi e sfruttano un sistema ingengnoso di irivagazione. Sull’isola di Palawan c’è un altro sito patrimonio dell’Unesco: il parco nazionale del fiume di Puerto Princesa. Il fiume è navigabile a remi per 4,5 km. Durante la navigazione è possibile ammirare le meraviglie geologiche di questo luogo, ricco di grotte, stalattiti e stalagmiti. Per una esperienza autentica, vale la pena visitare il Villaggio Batak, raggiungibile solo con guide locali con un’ora di trekking. Qui vive il popolo Batak ed è possibile fare esperienza della vita Batak dormendo nel loro villaggio e contribuendo alle loro attività quotidiane. Per esperienze di segno opposto, puoi visitare Amanpulo e l’isola di Boracay, luoghi con un accoglienza turistica di alto liello per chi vuoe godersi la vita senza problemi di budget. Decisamente interessanti anche le Chocolate Hills, a Bohol, ancora una volta un sito patrimonio dell’Uniesco. Si tratta di circa 1700 colli che prendono il nome dal colore che assume l’erba delle colline durante la stagione secca. Secondo la leggenda, si tratterebbe delle lacrime pietrificate di un gigante, addolorato dal tradimento della propria amata. L’ulitimo consiglio è per il Santuario dei Tarsi di Corella. I tarsi sono i l simbolo di Bohol e sono un mammifero antichissimo e purtroppo in via di estinzione, Se toccato da sconosciuti, spaventato o stressato, il tarsio si suicida sbattendo la testa con un albero o trattendo il respiro.

Troppe informazioni?

Se il fai da te non fa per te, posso aiutarti a organizzare un viaggio fantastico in India!
Sarò felice di aiutarti a costruire un itinerario indimenticabile, sollevandoti da tutte le
organizzazioni logistiche e operative.

Normalmente con Colopolo organizzo almeno 2 viaggi di gruppo all’anno con destinazione India.
Esperienze sempre indimenticabili sotto il punto di vista turistico e sociale.
Se la fortuna è dalla tua parte, potrebbe esserci un viaggio in programma proprio nei prossimi mesi

Cosa fare a Manila, la capitale!

Proposte di itinerari
dai 3 ai 15 giorni nella capitale

cosa fare peru
Quello che colpisce di manila è l’insieme di culture che la caratterizzano. Camminando per le sue strade ti sembrerà di incontrare fisionomie di ogni parte del mondo, ed e¦ettivamente è cos†. La città è un mi” di umanità senza pari, molto piacevole da vivere. Manila è un mi” di contaminazioni dove la vita notturna è intensa tanto quanto l’intricato traffico cittadino. Vale la pena fare un giro per i locali di Quezon City e Cybao §. Per nightclub e bar ricercati ti consiglio di andare a Makati. Se ti piace l’arte contemporanea e il design, ritagliati del tempo per visitare uno dei tanti musei: resterai meravigliato dalle esibizioni e dal livello delle strutture museali. Il quartiere più famoso della città è Intrauros, la città fortificata costruita da Miguel Lopez de Legazpi che, nel corso della storia, ha resistito ai pirati cinesi, agli inglesi, agli americani e ai giapponesi, prima di capitolare solo durante la seconda qgurara mondiale. Rasa al suolo, è stata ricostruita nel 1951 in maniera fedele. A tal proposito merita una visita Casa Manila, che riproduce egregiamente lo stile di una casa colonica nobiliare spagnola e altrettato notevole è la cattegrale di Manila, distrutta e ricostruita ben 7 volte, di cui l’ultima nel 1951. Sempre a Intrauros è collocato il Forte Santiago che ospita il Museo di Rizal Shrine, eroe nazionale.
Una buona parte di giornata può essere utilizzata per la visita a Rizal Park, il polmone verde di Manila di 60 ettari. Detto anche Luneta, ospita il monumento che custodisce le spoglie di Rizal Shrine e il punto esatto nel quale è iniziata la costruzione di Manila. Spostandoti nel quartiere Binondo, potrai visitare la prima Chinatown al mondo, fondata addiritura nel 1594. La vita in questo quartiere si snoda tra vicoli stretti, dove gli abitanti di Manila e i turisti possono acquistare cibi, oggetti di artigianato e qualsiasi altra cosa. La strada più elegante della città si trova proprio in questo quartiere: Escolta street. Se sei fortunato, potresti capitare a Manila nel giorno del Block Party, una festa di artisti di strada che si tiene ogni tre mesi. Altra tappa da non perdersi è in Plaza Miranda, dove si svolgno mercati di Quiapo. Il cuore del mercato è Carriedo Street, dove si vendono cose stravaganti e incredibili. Al Quinta Market & Fish Port si può acquistare qualsiasi tipo di cibo locale, compreso il pesce fresco. Notevole anche la chiesa di Quiapo, uno degli edifici più famosi di Manila. Al suo interno vi è la statua del Nazareno Nero. La devozione per questa statua che, secondo gli abitanti di Manila è miracolosa, è incredibile: è vietato fotografarla e bisogna fare una lunga fila per arrivare dinanzi alla statua, dove è consentito sostare solo pochi secondi. In serata consiglio di goderti il tramonto sul lungomare della Manila Bay o, per un puno di vista Con più giorni a disposizione, vale la pena visitare anche la parte moderna di Manila, con i quartieri Makati e Pasay. Dimentica lo stile tradizione e dimesso del centro storico: qui domani la modernità e la ricchezza. Qui ci sono grattacieli, ristoranti e i migliori alberghi. Lo skyline è in stile occidentale e non è raro trovare boutique costose e prati all’inglese. Curiosità: qui esiste ¨Little Tokyo©, una zona riservata esclusivamente ai giapponesi residenti a Manila. A Pasay ci sono centri commerciali e musei moderni in stile occidentale. Molto interessante è il Seafood Dampa Market, un enorme mercato del pesce dove è possibile ordinare e mangiare pesce fresco ai tavolini dei ristoranti. Se ti piace lo shopping, sappi che qui c’è il Mall of Asia, uno dei quattro centri commerciali più grandi al mondo: un’intera giornata non basta per visitarlo tutto! Se hai 15 giorni a Manila, potresti anche pensare di fare qualche escursione di un giorno. Tra queste, una particolarmente interessante è l’escursione al vulcano Taal, a circa 50 km da Manila, protagonista nel 2020 di una grandissima eruzione. diverso, dal Pacifi Lounge dello Sheraton a Malate. Anche se non alloggi all’hotel, basta bere qualcosa per godersi il panorama.
Con più giorni a disposizione, vale la pena visitare anche la parte moderna di Manila, con i quartieri Makati e Pasay. Dimentica lo stile tradizione e dimesso del centro storico: qui domani la modernità e la ricchezza. Qui ci sono grattacieli, ristoranti e i migliori alberghi. Lo skyline è in stile occidentale e non è raro trovare boutique costose e prati all’inglese. Curiosità: qui esiste ¨Little Tokyo©, una zona riservata esclusivamente ai giapponesi residenti a Manila. A Pasay ci sono centri commerciali e musei moderni in stile occidentale. Molto interessante è il Seafood Dampa Market, un enorme mercato del pesce dove è possibile ordinare e mangiare pesce fresco ai tavolini dei ristoranti. Se ti piace lo shopping, sappi che qui c’è il Mall of Asia, uno dei quattro centri commerciali più grandi al mondo: un’intera giornata non basta per visitarlo tutto! Se hai 15 giorni a Manila, potresti anche pensare di fare qualche escursione di un giorno. Tra queste, una particolarmente interessante è l’escursione al vulcano Taal, a circa 50 km da Manila, protagonista nel 2020 di una grandissima eruzione.

Unisciti alla community Colopolo

fidati delle centinaia di recensioni verificate
di chi ha già viaggiato con noi!
iscriviti alla newsletter!
Ricevi proposte di viaggio, consigli e offerte last minute!
Non è stato possibile salvare la tua iscrizione. Per favore riprova.
La tua iscrizione è andata a buon fine.

Filippine

I miei consigli verificati per un viaggio super in Filipine!
Ho visitato personalmente tutti i luoghi citati in questa guida e assaggiato
personalmente tutti i cibi di cui parlo. Naturalmente, come ad ogni esploratore che si rispetti,
non è mancato qualche piccolo incidente di percorso.
fai buon uso delle mie esperienze
e… Buon viaggio!

Filippine, le top 3

le 3 cose da non perdersi per nulla al mondo!
el nido

El Nido

accoglienza

Cordillera Blanca

cibo

L'Adobo e tutta la cucina Filippina

Filippine, le flop 3

le 3 cose di cui potevamo fare a meno!
traffico

Il traffico

acqua

Insetti e acqua non potabile

mezzi

Mezzi di trasporto e trasferimenti

Filippine, il podcast

con la mia voce ti porto in india con me!
Ascolta i miei racconti di viaggio, con registrazioni fatte sul campo
e considerazioni a mente fredda, registrate dalla scrivania del mio ufficio.

Ascoltalo su Spreaker, Spotify o Apple Podcast

Cosa fare nelle Filippine?

Proposte di itinerari dai 3 ai 15 giorni
La prima cosa da fare una volta atterrati all’aeroporto di Manila è… spostare il volo di ritorno! Natura spiagge, mare cristallino, barriera corallina e foreste pluviali, unite a un’ospitalità sorprendete e a proposte gastronomiche da leccarsi i baffi! Perché stare solo 3 giorni in un vero e proprio paradiso terrestre? Le Filippine è un arcipelago di oltre 7000 isole. In cos† poco tempo dovrai per forza di cose dedicarti quasi esclusivamente a Manila. Di sicuro ti innamorerai di questo Paese! Piccola curiosità: sai che il primo europeo ad arrivare nelle Filippine è stato un italiano? Ferdinando Magellano, ‘esploratore, fu ucciso pochi mesi dopo il suo arrivo, nel 1521.
Con 4 giorni in più a disposizione, puoi dedicare del tempo alla visita di Lima. Visita il Centro Storico, con la splendida Plaza Ma¤or e perditi per le strade dei quartieri Miraflores e Barranco, senza dimenticare di assaggiare la cucina peruviana, acclamanta a mani basse tra le migliori del mondo. Se ami la natura, non puoi perderti una visita al paese di Paracas e alle Isole Ballestas, che sono uno degli ecosistemi più ricchi e variegati dell’intero pianeta.
Col oltre 36.000 km di costa ‘il quarto Paese al mondo’, non avrai problemi a trovare la spiaggia che fa per te. Rela”, immersioni, snorkeling sport acquatici, ma anche trekking, passeggiate, escursioni e avvistamenti naturalistici. Le Filippine sono questo e molto di più! Con 15 giorni a disposizione, conviene concentrarsi nelle regioni di Luzon , Mindanao e Palawan. Proprio in quest’ultima regione si trova El Nido che, a detta di molti, è la spiaggia più bella di tutto il Sud Est Asiatico: barriere coralline, lagune, caverne, rocce a strapiombo e colori incredibii rendono questo luogo uno dei posti pù belli del mondo. Da qui si può raggiungere facilmente, in traghetto, Coron, per una giornata al mare in uno scenario naturalistico da cartolina e eper godersi qualche birra in uno dei tanti pub. Unici al mondo sono anche i terrazzamenti di Banaue, dichiarati patrimonio dell’Unesco nel 1995. Scavati dagli indigeni circa 2.’000 anni fa, consentono la coltivazione su pendii impervi e sfruttano un sistema ingengnoso di irivagazione. Sull’isola di Palawan c’è un altro sito patrimonio dell’Unesco: il parco nazionale del fiume di Puerto Princesa. Il fiume è navigabile a remi per 4,5 km. Durante la navigazione è possibile ammirare le meraviglie geologiche di questo luogo, ricco di grotte, stalattiti e stalagmiti. Per una esperienza autentica, vale la pena visitare il Villaggio Batak, raggiungibile solo con guide locali con un’ora di trekking. Qui vive il popolo Batak ed è possibile fare esperienza della vita Batak dormendo nel loro villaggio e contribuendo alle loro attività quotidiane. Per esperienze di segno opposto, puoi visitare Amanpulo e l’isola di Boracay, luoghi con un accoglienza turistica di alto liello per chi vuoe godersi la vita senza problemi di budget. Decisamente interessanti anche le Chocolate Hills, a Bohol, ancora una volta un sito patrimonio dell’Uniesco. Si tratta di circa 1700 colli che prendono il nome dal colore che assume l’erba delle colline durante la stagione secca. Secondo la leggenda, si tratterebbe delle lacrime pietrificate di un gigante, addolorato dal tradimento della propria amata. L’ulitimo consiglio è per il Santuario dei Tarsi di Corella. I tarsi sono i l simbolo di Bohol e sono un mammifero antichissimo e purtroppo in via di estinzione, Se toccato da sconosciuti, spaventato o stressato, il tarsio si suicida sbattendo la testa con un albero o trattendo il respiro.

Troppe informazioni?

Se il fai da te non fa per te, posso aiutarti a organizzare un viaggio fantastico in India!
Sarò felice di aiutarti a costruire un itinerario indimenticabile, sollevandoti da tutte le
organizzazioni logistiche e operative.

Normalmente con Colopolo organizzo almeno 2 viaggi di gruppo all’anno con destinazione India.
Esperienze sempre indimenticabili sotto il punto di vista turistico e sociale.
Se la fortuna è dalla tua parte, potrebbe esserci un viaggio in programma proprio nei prossimi mesi

Cosa fare a Manila, la capitale?

Proposte di itinerari
dai 3 ai 15 giorni nella capitale

Quello che colpisce di manila è l’insieme di culture che la caratterizzano. Camminando per le sue strade ti sembrerà di incontrare fisionomie di ogni parte del mondo, ed e¦ettivamente è cos†. La città è un mi” di umanità senza pari, molto piacevole da vivere. Manila è un mi” di contaminazioni dove la vita notturna è intensa tanto quanto l’intricato traffico cittadino. Vale la pena fare un giro per i locali di Quezon City e Cybao §. Per nightclub e bar ricercati ti consiglio di andare a Makati. Se ti piace l’arte contemporanea e il design, ritagliati del tempo per visitare uno dei tanti musei: resterai meravigliato dalle esibizioni e dal livello delle strutture museali. Il quartiere più famoso della città è Intrauros, la città fortificata costruita da Miguel Lopez de Legazpi che, nel corso della storia, ha resistito ai pirati cinesi, agli inglesi, agli americani e ai giapponesi, prima di capitolare solo durante la seconda qgurara mondiale. Rasa al suolo, è stata ricostruita nel 1951 in maniera fedele. A tal proposito merita una visita Casa Manila, che riproduce egregiamente lo stile di una casa colonica nobiliare spagnola e altrettato notevole è la cattegrale di Manila, distrutta e ricostruita ben 7 volte, di cui l’ultima nel 1951. Sempre a Intrauros è collocato il Forte Santiago che ospita il Museo di Rizal Shrine, eroe nazionale.
Una buona parte di giornata può essere utilizzata per la visita a Rizal Park, il polmone verde di Manila di 60 ettari. Detto anche Luneta, ospita il monumento che custodisce le spoglie di Rizal Shrine e il punto esatto nel quale è iniziata la costruzione di Manila. Spostandoti nel quartiere Binondo, potrai visitare la prima Chinatown al mondo, fondata addiritura nel 1594. La vita in questo quartiere si snoda tra vicoli stretti, dove gli abitanti di Manila e i turisti possono acquistare cibi, oggetti di artigianato e qualsiasi altra cosa. La strada più elegante della città si trova proprio in questo quartiere: Escolta street. Se sei fortunato, potresti capitare a Manila nel giorno del Block Party, una festa di artisti di strada che si tiene ogni tre mesi. Altra tappa da non perdersi è in Plaza Miranda, dove si svolgno mercati di Quiapo. Il cuore del mercato è Carriedo Street, dove si vendono cose stravaganti e incredibili. Al Quinta Market & Fish Port si può acquistare qualsiasi tipo di cibo locale, compreso il pesce fresco. Notevole anche la chiesa di Quiapo, uno degli edifici più famosi di Manila. Al suo interno vi è la statua del Nazareno Nero. La devozione per questa statua che, secondo gli abitanti di Manila è miracolosa, è incredibile: è vietato fotografarla e bisogna fare una lunga fila per arrivare dinanzi alla statua, dove è consentito sostare solo pochi secondi. In serata consiglio di goderti il tramonto sul lungomare della Manila Bay o, per un puno di vista Con più giorni a disposizione, vale la pena visitare anche la parte moderna di Manila, con i quartieri Makati e Pasay. Dimentica lo stile tradizione e dimesso del centro storico: qui domani la modernità e la ricchezza. Qui ci sono grattacieli, ristoranti e i migliori alberghi. Lo skyline è in stile occidentale e non è raro trovare boutique costose e prati all’inglese. Curiosità: qui esiste ¨Little Tokyo©, una zona riservata esclusivamente ai giapponesi residenti a Manila. A Pasay ci sono centri commerciali e musei moderni in stile occidentale. Molto interessante è il Seafood Dampa Market, un enorme mercato del pesce dove è possibile ordinare e mangiare pesce fresco ai tavolini dei ristoranti. Se ti piace lo shopping, sappi che qui c’è il Mall of Asia, uno dei quattro centri commerciali più grandi al mondo: un’intera giornata non basta per visitarlo tutto! Se hai 15 giorni a Manila, potresti anche pensare di fare qualche escursione di un giorno. Tra queste, una particolarmente interessante è l’escursione al vulcano Taal, a circa 50 km da Manila, protagonista nel 2020 di una grandissima eruzione. diverso, dal Pacifi Lounge dello Sheraton a Malate. Anche se non alloggi all’hotel, basta bere qualcosa per godersi il panorama.
Con più giorni a disposizione, vale la pena visitare anche la parte moderna di Manila, con i quartieri Makati e Pasay. Dimentica lo stile tradizione e dimesso del centro storico: qui domani la modernità e la ricchezza. Qui ci sono grattacieli, ristoranti e i migliori alberghi. Lo skyline è in stile occidentale e non è raro trovare boutique costose e prati all’inglese. Curiosità: qui esiste ¨Little Tokyo©, una zona riservata esclusivamente ai giapponesi residenti a Manila. A Pasay ci sono centri commerciali e musei moderni in stile occidentale. Molto interessante è il Seafood Dampa Market, un enorme mercato del pesce dove è possibile ordinare e mangiare pesce fresco ai tavolini dei ristoranti. Se ti piace lo shopping, sappi che qui c’è il Mall of Asia, uno dei quattro centri commerciali più grandi al mondo: un’intera giornata non basta per visitarlo tutto! Se hai 15 giorni a Manila, potresti anche pensare di fare qualche escursione di un giorno. Tra queste, una particolarmente interessante è l’escursione al vulcano Taal, a circa 50 km da Manila, protagonista nel 2020 di una grandissima eruzione.

Unisciti alla
community Colopolo

fidati delle centinaia di recensioni verificate
di chi ha già viaggiato con noi!
iscriviti alla newsletter!
Ricevi proposte di viaggio, consigli e offerte last minute!
Non è stato possibile salvare la tua iscrizione. Per favore riprova.
La tua iscrizione è andata a buon fine.

Ricevi la guida via email

per portarla in viaggio sul tuo smartphone, stamparla o condividerla con chi vuoi.
Iscriviti al viaggio!
Richiedi informazioni sul viaggio
scegli il metodo che preferisci.
Risponderemo entro 24 ore!
WhatsApp
Il metodo più comodo e
veloce per chattare in
tempo reale direttamente
dal tuo cellulare!

Oppure aggiungi il numero
alla rubrica del tuo cellulare
Telefono
Il metodo più diretto per
confrontarci in maniera chiara
sul tuo viaggio!

Rispondiamo dal lunedì al
sabato dalle 9 alle 13 e
dalle 16 alle 20.
Email
Il metodo più comodo per
richieste articolate e per chi
non ha tempo a disposizione

Non dimenticare di
specificare il viaggio e le date
che ti interessano
Ricevi il programma via email
con tutte le informazioni sull’itinerario,
i trasferimenti e gli hotel